Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, class 'AGPressGraph\manipulator' does not have a method 'httpsCanonicalURL' in /home/ar296781/public_html/seduzioneitalia.com/wp-includes/class-wp-hook.php on line 287

subscribe: Posts | Comments

Le 10 zone “da gemito”

Le 10 zone “da gemito”

Ecco le piu’ importanti tra le zone da gemito! Voila’ !

Una delle piu’ frequenti lagnanze che le donne fanno riguardo al comportamento sessuale maschile e’ che gli uomini sono troppo concentrati sull’apparato genitale. Molti uomini, in special modo quelli in una relazione molto lunga, pensano che dovrebbero “far sesso orale” il prima possibile, cosi’ che essi possano cominciare a godere col sesso vero e proprio. Che abbiano visto troppi film porno (in cui i preliminari sono inesistenti) o ascoltato sedicenti “esperti” che predicano il primato del clitorite o la stimolazione del punto G, gli uomini hanno l’impressione che, come a loro, le donne vogliano essere stimolate ai loro genitali non appena spogliate.

Questo non e’ solo sbagliato, stimolare l’apparato sessuale femminile prima di averla eccitata con i preliminari e’ anche controproducente per molte donne.

Questo succede perche’ il clitoride e i genitali femminili di solito non diventano portatori di piacere sessuale finche non sono attivati dall’aumento del flusso sanguigno che deriva dall’eccitazione; quell’eccitazione che di solito comincia attraverso la paziente e appassionata attenzione riservata alle sue altre zone erogenee.

Cosi’, quando gli uomini iniziano il sesso, hanno bisogno di fornire quell’eccitazione prima di avvicinarsi ai genitali delle loro partner.

Non e’ cosi’ difficile come sembra. Molte donne sono estremamente sensibili alla stimolazione in alcune e spesso trascurate zone del loro corpo; e una corretta stimolazione in queste “zone da gemito” produce esattamente quel tipo di eccitazione che si manifesta poi nella lubrificazione vaginale e nell’essere davvero pronte per un diretto approccio al suo clitoride e genitali.

Ecco le piu’ importanti tra le zone da gemito :

Zona #1 – Dalla palpebra alla tempia

L’area sopra e sulla palpebra ha una grande concentrazione di terminazioni nervose, e darle un leggero bacio lungo l’arco della palpebra per poi andare sulla tempia e’ un ottimo modo di iniziare i preliminari. Il punto tra l’angolo esterno dell’occhio e lo zigomo e’ altrettanto sensibile. Cosi’, dopi un po’ di baci appassionati, un amante dovrebbe lasciare che le sue labbra vaghino lungo tutta la sua faccia, concentrandosi su queste zone.

Zona #2 – Dall’orecchio al collo

Le orecchie delle donne sono alcune tra le zone di piacere piu’ trascurate,e molte donne sono estremamente sensibili dietro e sopra i lobi. Bacia e lecca o accarezza delicatamente, traccia le pieghe delle sue orecchie, mordicchiale i lobi e massaggia delicatamente dietro le sue orecchie e giu’ per la nuca.

Zona #3 – Dal collo alle spalle

Credeteci o no, questa e’ una delle zone primarie! La maggioranza delle donne viene totalmente eccitata dalla stimolazione dell’area che va dalla nuca e i lati del collo fino alla fine delle scapole. Alcune donne raggiungono l’orgasmo solo stimolando quest’aria! Qui, puoi essere anche meno delicato : baci appassionati, anche succhiotti, e massaggi decisi di questa zona saranno apprezzati; piu’ tempo passi qui, piu’ pesanti saranno i suoi gemiti. Provalo con la tua partner : avvicinati a lei da dietro di sorpresa, quindi piazzale una fila di baci dalla nuca fino alle sue spalle.

Zona #4 – Dall’ombellico alla zona “V”

Molte donne fantasticano su essere tenute in una serrata morsa maschile, quindi non aver paura di mettere le tue mani su o intorno alla sua vita. Tenila da dietro (mentre baci la sua nuca), scorri le tue mani dalle sue costole al suo bacino, impastando e massaggiando tutta l’area in mezzo. Lascia che le tue mani errino lungo tutta la zona “V”, l’area triangolare che va dai suoi ossi iliaci fino alla sommita’ dei suoi genitali (Ma trattieniti dal toccarli!)

Zona #5 – Il “sentiero del tesoro”

La zona piu’ sensibile nel tronco di una donna e’ adeguatamente chiamato il sentiero del tesoro. E’ la piega o linea che si estende attraverso il basso addome da un osso iliaco all’altro, e che passa proprio sopra la sommita’ della regione coperta dai peli pubici. Fai in modo che i tuoi baci e dita esplorino questo “sentiero” prima di dedicarti ai suoi genitali.

Zona #6 – La zona dei piedi

Questa e’ una zona da gemito condizionale. Alcune donne sono conscie riguardo ai loro piedi e potrebbere essere riluttanti nel permetterti di dedicarti a loro. Per molte altre, tuttavia, e’ una zona molto erotica. Puoi testare l’atteggiamento della tua partner a cio’ e cercare di rimuovere ogni resistenza lavandole i piedi, e poi asciugarli con un asciugamano delicato. Da li’ puoi passare ad un massaggio dei piedi usando un olio commestibile; e poi far seguire una stimolazione orale. Comincia piano, tracciando la linea del massaggio e lascia che la tua lingua passi fra e intorno ogni dito prima di prenderlo in bocca. Se la senti gemere, avrai identificato un’altro bersaglio primario per far eccitare la tua partner.

Zona #7 – Dietro il ginocchio

La pelle dietro le ginocchia e’ sottile e morbita e molto reattiva al tocco perche’ i nervi sono vicini alla superficie. Molte donne trovano che essere baciate e leccate la piega dietro il ginocchio sia molto piacevole — alcune hanno la pelle d’oca per l’eccitazione derivante da tale stimolazione. Dai piedi, apriti la via per questa zona e focalizzati su di essa.

Zona #8 – La piega sacrale

Una delle zone piu’ erotiche nel corpo femminile e’ la piega tra la curva delle sue chiappe e la sommita’ delle coscie, conosciuta come la piega sacrale. Accarezzando o facendo correre un dito lungo quella piega di soluto produce una forte risposta erotica. Se la tua partner e’ a carponi o sul suo stomaco e la stai facendo godere da dietro, e’ bene stuzzicare quella zona con una serie di baci e leccate, portando le tue labbra sempre piu’ vicino alla zona vaginale ad ogni passaggio

Zona #9 – Le chiappe

Le chiappe sono gia’ di per se’ una forte zona erogena, ma hanno bisogno di essere approcciate lentamente, dopo che le altre zone da gemito sono state stimolate. Leggere carezze e o piccole strizzatine provocanti mentre state lavorando sulle zone #1-8 vanno bene, ma risparmiate i pezzi da 90, come le strizzate forte o un leggero sculacciamento, per il momento in cui la vostra partner e’ gia’ eccitata.

Zona #10 – L’interno coscia

Questa e’ la zona gemito quasi definitiva, l’ultima area da stimolare prima di passare ai genitali. Non trascuratela percio’, perche’ baci leggeri e leggeri massaggi con le dita dal suo ginocchio fino (senza includerli) alla vulva e clitoride la mandera’ in uno stato da gemito pesante che annuncia che e’ pronta per la stimolazione genitale. La natura provocante di tocchi del genere sara’ la scintilla che da’ fuoco alle polveri, perche’ la pregustazione e’ la chiave per l’eccitazione femminile.

Allora, ragazzi, se volete essere conosciuti come uno “che ci sa fare” e non solo come animale da letto concentrato solo sui genitali, accettate questo consiglio da un esperto : Lavorate su le zone gemito e quanto prima la sentirere chiedere “ancora…ancora”!