Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, class 'AGPressGraph\manipulator' does not have a method 'httpsCanonicalURL' in /home/ar296781/public_html/seduzioneitalia.com/wp-includes/class-wp-hook.php on line 287

subscribe: Posts | Comments

Ricetta per seduttore principiante

Ricetta per seduttore principiante

alve, sono un lurker che segue il ng da un po’ di tempo, anche se in modo discontinuo.

Ho deciso di rompere il silenzio perche’ mi pare che ci sia ancora una certa confusione su cio’ che deve fare un AFC per apprendere l’arte della seduzione. Vedo ancora one-itis questions e qualcuno che si domanda se questo e’ un ng per playboy o per `gente normale’. Vedo frequentatori che facevano domande da afc e continuano a fare domande da afc: evidentemente non hanno ancora capito.

 

Ho appena visto l’ottimo post di Jazz e spero col mio di fare la mia parte per contribuire a chiarire le idee.

Forse qualcuno degli esperti del ng potra’ non essere d’accordo con me su qualche dettaglio, ma credo che in
linea di massima ci sara’ un certo consenso in cio’ che segue. Se non altro qui esprimo il mio pensiero.
A mio avviso le cose sono piu’ o meno sempre quelle ed io non invento nulla.

La ricetta che presento non ha lo scopo di trasformare un AFC in un SuperPUA che sargia ejecta e fclose in un
pomeriggio, ma solo quello di avviarlo alla seduzione. In seguito, se lo vorra’, potra’ perfezionarsi come meglio crede.
Per questo, ad esempio sconsiglio i set. Tanto anche se apre un set ed ejecta con una, non sa ancora come lavorarsela.

Ad un principiante secondo me mal si adatta uno stile aggressivo.
Credo sia meglio cercare di fare le cose un po’ alla volta e cominciare a sedurre le donne in un modo piu’ tradizionale.

( AFC= persona inesperta che commette errori tipici )
( PUA= artista della seduzione )
———

1] Salve, vorrei fare una one-itis question. Questa tipa mi piace molto. E’ successo cosi’ e cosa’. Cosa devo fare per averla?

R. Non so. Non ho la bacchetta magica. Se ti sei innamorato diglielo, cosi’ ti metti il cuore in pace e passi alla prossima.

2] Mi rendo conto che che non ci so fare con le donne. Ho provato a leggere i manuali di seduzione ed a seguire il ng, ma con me niente sembra funzionare. Sono io che faccio schifo o sto sbagliando qualcosa? Cosa devo fare per uscire dal mio stato fantozziano? C’e’ una *ricetta* pratica che funzioni per me?

R. Questa e’ una domanda piu’ interessante. E’ il tuo *atteggiamento* ad essere sbagliato. Anche se non ti interessa diventare un playboy assumi l’atteggiamento del seduttore e cosi’ potrai far pratica. Imparare la seduzione sui libri e’ come voler imparare a nuotare leggendo un libro. E’ certamente utile sapere
quali sono i movimenti giusti, ma *devi* buttarti in acqua. Lo so che e’ fredda, ma e’ l’unico modo.
Comincia ad immergere i piedi, poi usa la tavoletta, resta sempre dove si tocca; cosi’ potrai imparare senza
farti male. E quando avrai imparato, fai quello che vuoi: divertirti un po’, trovare quella ‘giusta’, continuare il
cammino ed apprendere la rana, il delfino, il dorso etc.

Si’ la ricetta c’e’. Eccola.

————————————————————————
TEORIA – IL CORTEGGIAMENTO E’ UNA VENDITA
————————————————————————
Se c’e’ tra voi chi non conosca ancora
l’arte di amare, legga il mio poema
e fatto esperto colga nuovi amori.
-Ovidio, l’arte di amare-

 

Il corteggiamento è una vendita: tu sei il venditore, le donne le tue clienti, il prodotto che vendi sei te stesso.
Devi convincere le tue clienti ad acquistare il tuo /prodotto/.

Per aumentare le tue vendite hai solo tre modi:

1. Avere un buon prodotto
2. Contattare molti clienti
3. Imparare l’arte della vendita

Questi tre punti sono strettamente in ordine di importanza e fidst si occupa del terzo punto ( quello meno importante ).
Non si puo’ diventare bravi venditori (3) se non si ha esperienza (2) e, a meno che tu non voglia un one-night-stand, serve a poco saperci fare per essere mollati dopo una settimana ( si accorge che vali poco (1)).

Con le donne non funzionano i trucchi: vogliono sostanza.

Per quanto riguarda il terzo punto ricordo che le fasi della vendita
sono cinque:

1. Approccio

2. Intervista
( capire se vuole una storia seria o se vuole divertirsi, capire cosa cerca in un uomo (eliciting), etc. )

3. Argomentazione
( alpha male, buonumore, etc., andrebbe calibrata sull’intervista )

4. Superamento delle obbiezioni
( magari il fidanzato gia’ ce l’ha e sta bene cosi’, ma se provi magari a proporle solo una serata di sesso… )

5. Conclusione
( vuoi aver fatto tutto per niente? )

Aggiungiamone un’altro: (facoltativo :-)
6. Postvendita. La fidelizzazione del cliente.

Tutto cio’ e’ oggetto di LoverArt. Ma torniamo ai tre modi per aumentare le proprie vendite.
Questa ricetta andra’ a battere su tutte e tre le direzioni per ottenere il massimo risultato.
Cominciamo.

——————————
IL BUON PRODOTTO
——————————

Cosa vogliono le donne?
Diventa ricco, moooolto ricco. Fatti una plastica facciale, vai in palestra. Prendi tre lauree, diventa famoso, preferibilmente
un attore sex symbol tipo Brad Pitt.

Non ci riesci? Ma come?

A parte gli scherzi, non esiste un unico prodotto che vada bene per tutte le donne: ogni donna e’ unica
e tali sono anche le sue preferenze. Tuttavia e’ vero che certi /tipi/ piacciono di piu’ di altri. Diro’ qui quello che secondo me le donne generalmente vogliono e come fare per lavorare su te stesso al fine di modellarti in un buon prodotto.

-teoria-
Gli uomini dividono le donne in belle e brutte.
Vogliono le belle e disdegnano le brutte.
Le donne dividono gli uomini in vincenti e perdenti.
Vogliono i vincenti e disdegnano i perdenti.
-fine teoria-

Le cose ovviamente non stanno proprio cosi’:
e’ solo una semplificazione, ma giova assai pensarla in questo modo. D’altronde anche la teoria del corteggiamento-vendita e’
una semplificazione in quanto l’accoppiamento e’ un processo a due ed anche la donna deve `vendersi’.
Non penso che sia la donna a scegliere, come non penso che che sia l’uomo a farlo: si devono scegliere entrambi.
Se una non mi piace, non mi ci metto insieme, neanche se e’ bellissima. Al massimo puo’ andar bene per una notte.

La teoria dell’alpha male ( maschio alfa, dominante, vincente ) prevede che le donne distinguino ad istinto gli alfa dai beta ( beta = non alfa ) basandosi sul loro atteggiamento. Pertanto per diventare alfa e’ sufficiente atteggiarsi da alfa. Il concetto di alpha male e’ la colonna portante di tutte le teorie sulla seduzione e consiglio di approfondire quest’ argomento con una lettura specifica.( lascia perdere pero’ i libri di etologia sul gorilla dal dorso grigio ;-)

Ma veniamo alla pratica.
Cio’ che devi fare e’:

————————————————————
IMPARARE A STAR BENE SENZA LE DONNE
————————————————————

I concetti qui sono due. Il primo e’ la RINUNCIA ALLE DONNE.

Tanto se fin’ora ti e’ sempre andata male, non perdi niente. A fare sempre gli stessi errori si ottengono sempre gli stessi risultati. Forse in questo modo non ne troverai una, ma almeno smetterai di soffrire. Se tu CERCHI la ragazza, te ne scegli una che ti piace molto e ci provi. Ma cosi’ facendo le dai importanza, sarai nervoso in sua presenza, la metterai a disagio e la farai
scappare. E comunque lei pensera’ subito che sei un beta sfigato cui nessuna gliela da’. Poi magari puoi anche trovare la stronza che ti deride pubblicamente dandoti la mazzata finale sul tuo cranio chino.
Assai poco dignitoso.

Ripetiti:
Basta! Mi sono rotto le palle.
E’ ora di cambiare.

Dovrai imparare un nuovo modo di corteggiare le donne. Se fin’ora hai sempre vissuto il corteggiamento come un
qualcosa di terribile, come un duro prezzo da pagare per avere una qualche possibilita’ di riuscita… allora sei proprio un AFC. Con fidst imparerai a corteggiare le donne divertendoti. Il corteggiamento e’ una cosa che per funzionare bene non deve far piacere solo a chi lo riceve, ma anche a chi lo pratica.

Ricorda sempre il saggio detto:
LA TROVI QUANDO NON LA CERCHI
Finche’ hai in mente il risultato farai sempre fatica a spuntarla. Nel corteggiamento, cosi’ come nello sport
e nella vita, l’importante non e’ vincere, ma uscire sempre a testa alta. ( fanculo partecipare per fare una figura di m. :)

Fai cosi’. Di’ a te stesso:
Quest’anno non cerco la ragazza, ma studiero’ seduzione. Tra un’anno, quando avro’ imparato, mi dedichero’ a trovarne una.
Oppure , se studi : Per il momento penso solo a finire gli studi. Quando avro’ un lavoro e mi saro’ fatto una posizione
sara’ tutta un’altra cosa. Ditti pure quello che vuoi, ma per piacere togliti dalla testa il pensiero di trovarti la ragazza.
Mal che vada ti farai un viaggio nei paesi dell’est e te ne comprerai una ;-)

Ok.
Ti sei tolto il pensiero. Stai da solo e non vuoi la ragazza. Ora devi imparare a star BENE da solo.
Pensa a te stesso, non alle donne.

Lavora su questi settori:
– lavoro/studio
– interessi
– amicizie

Se studi impegnati a fondo e con determinazione. Costringiti a farti piacere cio’ che studi. Raddoppia il tuo entusiasmo. Studia con l’orologio, elimina le perdite di tempo, trovati con i compagni per ripassare o fare esercizi. Se lavori impegnati nel lavoro, cerca di essere il piu’ competente, cerca di fare carriera, mantieni buoni rapporti con i colleghi. Se il lavoro non ti piace e non
ci sono possibilita’ di fare carriera, cambialo. Frequenta dei corsi che ti aprono nuove prospettive lavorative.
Questo e’ il settore piu’ importante. Se le cose vanno male qui vanno male un po’ dappertutto.

Se Paperino mi venisse a dire: e’ da quarant’anni che ci provo con Paperina e non me l’ha ancora mollata, come posso fare?
Gli direi: alza il culo da quell’amaca e trovati un lavoro. E poi.. quarant’anni???????????????????????????? :-O

Un uomo deve sempre porsi degli obbiettivi, in ambito lavorativo o al di fuori di esso. Una vita passiva senza obbiettivi e’
una vita vuota. Avere degli interessi e’ importante, sono piacevoli, ti consentono di `staccare’, sono gratificanti.
Se studi non fare la cazzata di dire che non puoi avere degli interessi perche’ devi studiare. Tanto i modi di perdere
tempo sono infiniti. Avere un interesse ( non 1000 ) ti dara’ una sferzata di energia che ti fara’ sfruttare meglio il minor
tempo a disposizione.

Se inoltre pensi di non avere amici, non e’ certo standotene li’ davanti al computer che li troverai( oddio, possono esserci eccezioni ).  Avere degli interessi e’ il miglior modo per fare amicizie. Come dici?
No, lascia stare la collezione di francobolli. Puoi fare uno sport ( meglio se di squadra ), iscriverti in palestra ( per migliorare il fisico e trovare tante donnine che sono li’ apposta per te ), ma se cerchi amici la piu’ lesta di tutte e’ iscriversi ad un’associazione. Ti piace l’astronomia? Iscriviti ad un club di astrofili. Ti piace la montagna? Puoi fare speleologia, roccia, alpinismo. Ti piace la natura? Iscriviti al wwf.

Le possibilita’ sono infinite. Cerca solo di fare in modo di frequentare gente della tua eta’.

Le amicizie sono importanti e vanno scelte bene. Amici sono quelli che amano dividere con te il loro tempo libero:
se questo non avviene, allora forse non sono amici. Se i tuoi `amici’ non ti apprezzano e non ti tengono in considerazione,
cambia giro.

Ora che le cose cominciano a girare per il verso giusto, togliti subito dalla faccia quell’espressione da pesce lesso.
Le donne ( ma tutti in genere ) odiano le persone tristi, pessimiste, sfigate, lagnose, se non adirittura noiose o
asociali. Fai un sorriso. Prova, non e’ difficile. Non hai piu’ motivo di lamentarti. CERCA DI ESSERE SEMPRE OTTIMISTA E DI BUON UMORE. Se non ci riesci, recita. Fai finta. Vedrai che dopo un po’ di tempo ti sara’ diventato naturale.
Ma non devi fare questo solo perche’ cosi’ ti sara’ piu’ facile fare amicizie e trovare donne. Ma devi farlo per
te stesso, perche’ a stare bene… si vive meglio.

Se hai lavorato bene a questo punto le donne non ti vedranno piu’ come un Fantozzi da evitare, ma vedranno in te un uomo
indipendente, sicuro di se’, che va dritto per la sua strada. Un uomo che sa come costruirsi una vita ricca, non solo di
soldi , ma ricca di interessi e di amicizie, un uomo di valore, allegro, la cui compagnia e’ piacevole, un uomo…
un uomo che non deve chiedere… mai ;-)

Le donne cambieranno atteggiamento nei tuoi confronti. Non ricordo piu’ dove, ho letto: se tu ti comporti da uomo,
la donna si comportera’ da donna. Fra i tuoi interessi o nelle uscite coi tuoi amici incontrerai delle donne.
E se sarai cosi’ imbranato da non provarci con loro, saranno loro a venire da te, perche’ ora sei un buon prodotto, ora
sei cio’ che una donna desidera. I tuoi problemi sono finiti.

Ma puo’ darsi che tutto cio’ che ho scritto non ti sia servito a molto in quanto ti trovi gia’ in questa posizione,
ovvero sei un afc ma non uno sfigato. Ho ipotizzato il caso peggiore e in ogni caso il primo punto e’ il piu’ importante e va’ ricordato. Io ad esempio studio ancora e non ho un lavoro. Non sono ancora indipendente e devo affrettarmi a finire.

Realizzato il primo punto puoi passare al secondo:
contattare i clienti o nel nostro caso le signorine ;-)

—————————————————————————-
CONTATTARE I CLIENTI: L’IMPORTANZA DEL NUMERO
—————————————————————————-

Ella ai tuoi piedi
non ti verra’ a cader come dal cielo;
dovrai cercarla tu, con i tuoi occhi.

Impossibile dirti i mille luoghi
per la caccia alle femmine. Piu’ facile
sarebbe in mare numerar la rena.
-Ovidio, l’arte di amare-

Se Bradd Pitt ha un potere seduttivo dell’80% e ci prova con una ogni 6 mesi gli ci vorranno mediamente circa 7 mesi
per trovarne una. Se Paperino ha un potere seduttivo del 5% (1 su 20) e ci prova con una diversa ogni giorno ci mettera’ un mese per trovarne una. Paperino batte Bradd Pitt!

Tutto cio’ e’ molto giusto, il guaio e’ che e’ Bradd Pitt quello che ci prova con una al giorno ed e’ Paperino quello
che ci prova con una ogni 6 mesi. Infatti Bradd Pitt sa di piacere, mentre Paperino e’ terrorizzato dalle donne.
Risultato: A Brad Pitt basta schioccare le dita mentre a Paperino gli ci vorranno 10 anni.

Vogliamo levare almeno questo vantaggio a quei bastardi che hanno successo con le donne?

# Gia’. Fai presto tu a dire.
# Ma come faccio a trovare il coraggio per andare da
# una che non conosco e cominciare a parlarle?
# Come si fa a rimanere perfettamente calmi di fronte
# ad una donna che ti piace, che ti sta giudicando e che
# probabilmente ti respingera’?
La cosa e’ molto piu’ facile di quello che credi.
Devi solo fare un semplice esercizio, MA DEVI FARLO.

Ogni volta che ne hai la possibilita’ inizia una conversazione con una ragazza. Ci parli per 5-10-20 minuti. Poi tira fuori una scusa, la saluti, e te ne vai. Tutto qui. Cerca di tenere il ritmo di almeno una conversazione al giorno e ovviamente con ragazze sempre diverse e che non conosci.

Lascia perdere i set( gruppi di persone ), lasciali ad altri che sono più avanti. Fa le cose piu’ facili prima e concentrati sulle ragazze gia’ isolate. I set te li farai dopo, se lo vorrai. Non ti servira’ andare a cercarle apposta e perderci tempo,
devi solo cogliere al volo le opportunita’ che ti si presentano. Io lo facevo in treno, l’optimum per queste cose, ma ogni
luogo va bene. Se fai il pendolare il treno e’ l’ideale, perche’ la tipa e’ seduta li’, davanti a te, non ha niente da fare e .. non puo’ scappare ;-)

Inoltre la tipa non la rivedi piu’ e non ti stressa l’anima. Hai sempre carne fresca ed hai l’imbarazzo della scelta.
L’unica cosa e’ che bisogna evitare di dare confidenza alle persone che vedi abitualmente in binario, altrimenti rimani intrappolato. Fai l’antipatico asociale e questo ti consentira’ di viaggiare solo ed indisturbato.

# Ma se vado da una e lei mi dice:
# Ma chi sei? che cazzo vuoi? ma chi ti conosce?

Mai successo, vai tranquillo.
Potrebbe succedere se tu adottassi uno stile molto aggressivo, altrimenti non corri pericolo.
Il peggio che ti possa capitare e’ che la tipa non abbia molta voglia di parlare e fara’ finire presto il dialogo.
In questo caso fai finta di niente e tutto sara’ come prima. Questo a me capita generalmente 1 volta su 10 ed in ogni caso
se la tipa non si sbottona non vuol dire per forza che non gliene freghi nulla di te. Mille possono essere i motivi: magari
in quel momento non ha voglia di parlare con nessuno. A me e’ capitato che una ragazza con cui avevo tentato con scarso successo un approccio ha ricevuto una telefonata dicendo che stava tornando a casa perche’ aveva mal di testa.

Quando l’ho salutata per andarmene mi ha risposto e mi ha fatto un sorriso.

Se proprio hai ancora dei dubbi comincia con quelle brutte. Tanto mica te le devi fare, ma solo parlarci. Non sono contagiose
sai? Sono quelle che ti danno piu’ soddisfazione perche’ dopo mesi che non se le caga nessuno, a ricevere l’attenzione di un
ragazzo si illuminano tutte. Anche il peggiore degli approcci funziona. Ciao… come va? bella giornata vero? Puoi fare tutti gli errori che vuoi e loro sempre li’ contente. Vedrai che dopo due o tre volte prenderai fiducia e comincierai ad alzare il livello.
Se parti subito con una strafica da urlo corri il rischio di sbagliare l’approccio e la tipa pensera’: oddio, siamo
solo a meta’ giornata e questo e’ il quinto sfigato che ci prova. -sgammato ancora prima di iniziare-

Ma non devi aver troppa paura ad approcciare una molto bella, potresti avere delle piacevoli sorprese.
Infatti se tu parli ad una ragazza che non conosci lei pensera’ subito che ci stai provando. Anche se cerchi di tenere
un’espressione ed una conversazione piu’ neutra possibile, non c’e’ nulla che tu possa fare per toglierle dalla testa
quest’idea. Per il solo fatto che le parli, per lei tu ci stai provando, che ti piaccia o no. Ma questo non e’ uno svantaggio,
anzi, gioca tutto a tuo favore. Anche se lei e’ impegnata, anche se tu non le piaci, a lei fara’ comunque piacere parlare
con te, perche’ si sentira’ apprezzata. Non aver paura dunque di disturbarle: cio’ che fai, fa piacere pure a loro.
E te ne accorgerai eccome che a loro fa piacere, e il loro piacere sara’ il tuo. Capisci ora cosa intendevo quando dicevo che il corteggiamento deve far piacere tanto a chi lo riceve, quanto a chi lo fa?
E’ un po’ come se fossi tu quello corteggiato. Diventa come una droga: quel giorno che per sbaglio non
parlerai con nessuna ti dirai: oggi non ho parlato con nessuna. Peccato. Mi avrebbe fatto piacere. E’ un po’ come se tu fossi una bella ragazza abituata a ricevere tutti i giorni il corteggiamento cortese di un ragazzo carino. Come ti sentiresti quel giorno che non viene nessuno ad `importunarti’?

Inoltre ti troverai di fronte a quelle che ci stanno. Le riconosci subito perche’ ad un certo punto ti diranno
che sono delle gran fighe e poi ti diranno che per te sono libere.

Esempi:
-Non sono proprio fidanzata, sto con uno ma non e’ una cosa seria.
-Sono fidanzata ma sono ancora giovane ed ho voglia di divertirmi.
-Ho problemi col mio ragazzo.
E chi piu’ ne ha piu’ ne metta.
Oppure stanno zitte ma sprizzano gioia da tutti i pori. Qualcuna potra’ adirittura fare la voce dolce ed iniziare
il kino( cioe’ ti tocca ). ( Piu’ raro purtroppo )

Questi sono i segnali che ti suggeriscono di fare il passo successivo ed invitarle da qualche parte o chiedere il numero.
Ma tu non farlo, neanche se e’ figa. Poniti come regola ferrea di non chiedere il numero o altro. Il motivo e’ semplice. In te si e’ creata una risposta condizionata per cui ogni volta che ci provi con una, scatta in te il nervosismo. Quest’ esercizio serve appunto per decondizionarti e sostituire nervosismo e paura con una sensazione di rilassatezza e piacere. Ci vuole un po’ di tempo prima che cio’ possa avvenire. Se finora sei riuscito a mantenere la calma e’ stato perche’ non ci stavi veramente provando, ma solo facendo un esercizio senza conseguenze. Pertanto non provarci mai finquando non avrai fatto abbastanza
esperienza e ti sentirai abbastanza sicuro per andare avanti senza problemi.

Con l’esperienza aumenterai pian piano la tua abilita’ di seduttore e ad un certo punto ti ritroverai con una ragazza
che ci sta’ tutte le settimane. Potresti uscire tutte le settimane con una ragazza senza mai dover uscire due volte con la stessa. E non sto parlando di cessi, ma di ragazze carine. Queeeeesto da’ autostima, altro che manuali.

# Si, ma dopo che le ho detto qualche frase,
# come continuare la conversazione? Non la conosco,
# non abbiamo nulla di cui parlare.

E’ tutto il contrario. E’ proprio perche’ non vi conoscete che avete molte cose di cui parlare.
Si tratta solo di sostenere la conversazione per qualche minuto e poi tutto sara’ naturale.
Comprati il libro di Dale Carnegie : Come trattare gli altri e farseli amici. Qui si spiega come attaccare discorso e
come gestire una conversazione, oltre a molte altre cose. Attento pero’ che non e’ un manuale di seduzione e corri il
pericolo di farti un’amica. D’altronde cosa pretendi da un libro con quel titolo? :-)

In linea di massima evita di pavoneggiarti, cerca di parlare di cio’ che interessa a lei, tieni la conversazione leggera,
falla ridere subito per allentare la tensione e per dimostrare che non prendi l’incontro troppo seriamente, evita di andare
troppo sul personale. Evita anche di mostrarti troppo interessato a lei, ma non dimenticare di farle capire che ti piace.

All’inizio poniti come obiettivo solo quello di fare pratica nell’approccio e nel gestire la conversazione.

Ricordo che dopo aver cominciato a fare quest’esercizio, ad un certo punto mi sono trovato in un bagno pubblico e dopo essermi accorto che le salviette erano finite avevo il problema di come asciugarmi le mani. In quel momento e’ arrivata un’ HB9 tutta sudata per il gran caldo proprio nel lavandino accanto al mio, con l’evidente intenzione di rinfrescarsi un po’. Senza pensarci due volte con una mano bagnata le ho spruzzato un po’ d’acqua sul viso. Si e’ svolto tutto in un attimo. Lei mi guarda con espressione stupita ed io in modo tranquillo le faccio un sorriso e le dico:

caldo eh?
Lei:(squotendo la testa) oh, si’ grazie. mi ci voleva proprio.
Io: Fai anche tu questa facolta’?

E cosi’ abbiamo cominciato il dialogo. Poco dopo mi sono stupito da solo per quello che avevo fatto.
Mai mi sarei azzardato a spruzzare dell’acqua sul viso di una sconosciuta prima di fare quest’esercizio, e la prontezza di
riflessi l’ho allenata con l’abitudine di cogliere al volo le occasioni che mi si presentano. Giro sempre con le antenne alzate.

————————————————-
IMPARARE L’ARTE DELLA VENDITA
————————————————-

Per prima cosa, dunque, sii ben certo
che non c’e’ donna al mondo che non possa
divenire tua: e tu l’avrai,
purche’ tu sappia tendere i tuoi lacci.
-Ovidio, l’arte di amare-

Le donne sono creature che vivono di emozioni:
impara come dare emozioni ad una donna ed avrai la chiave che le aprira’ le gambe.

L’ esercizio di prima e’ la base su cui andrai a sperimentare le tecniche di seduzione che troverai su loverart e sui manuali.
Devi vedere le donne non come delle creature angeliche che vorresti portare sull’altare, ma come del materiale per
i tuoi esperimenti. Non aver scrupoli in questo, lo fanno anche le donne sai? Anzi, loro cominciano molto presto.
Ricordo che la mia cuginetta di 9 anni giocava a farmi vedere `per caso’ le sue mutandine. Io facevo finta di niente oppure
facevo una faccia superallupata che la faceva ridere. Lei stava solo giocando alla seduzione e voleva valutare le mie reazioni al suo comportamento.

Hai capito cosa fanno le ragazzine mentre tu eri tutto preso dal lego e a giocare alla guerra con i tuoi amici?
Bene, adesso ti tocca recuperare e fare anche tu il loro gioco.

Quando, dopo aver fatto un po’ di pratica proverai ad andare fino in fondo con una, non porti domande one-itis tipo:
– ma le piacero’?
– vorra’ uscire con me?
– se faccio questo e’ sbagliato?

Cosi’ diventi nervoso e non serve a niente. Non e’ un problema tuo se lei ti vuole o meno, e’ suo il problema.
Concentrati su di lei invece ed a quello che devi fare. Cerca anche di capire come e’ dentro per vedere se ti piace
davvero. Io di solito mi dico: e’ ovvio che mi vuole, perche’ le donne sono creature che vivono di emozioni. Io so dare
loro le emozioni che cercano, pertanto non posso fallire. Se poi va male, amen.

Ma vedrai che non sarai nervoso, perche’ corteggiare una donna sara’ diventata una operazione quotidiana. E anche se non ti
vuole, sai che ne troverai una migliore la settimana seguente. Non e’ piu’ una questione di vita o di morte ora.

Quando seduci, non aver troppa paura di commettere qualche errore. Nessuno e’ perfetto.
Qualche anno fa, quando nulla sapevo di ASF e di manuali, avevo preso il Dale Carnegie per un manuale di seduzione che ho usato per una tipa gnocca: per il resto ho commesso tutti gli errori possibili immaginabili. Eppure la tipa c’e’ stata lo stesso.
Il culo dei principianti? certo Sorridente ma significa anche che l’importante e’ darsi da fare.

Discutere di tecniche di seduzione e’ lo scopo di loverart.
Ma forse inizialmente troverai piu’ utile leggere
qualche manuale.

—————————————

3] Ci sono tanti manuali. Da dove comincio?

R. Lascia la pnl a chi la sa fare ed impara prima le cose piu’ semplici.
I manuali migliori sono in inglese.
A mio avviso consiglio questi:

* Il migliore per iniziare e’ forse il Michael(Mike) Pilinski: Without Embarassment.
The social coward eccetera Sostanzialmente e’ un alpha male + Dale Carnegie.
Molto in linea con il mio stile e le mie idee. E’ lo stile classico da cui partire per perfezionarsi.
Molto chiaro il concetto di alpha male e di come metterlo in pratica. C’e’ anche un test per valutare la tua alfinita’.

Se poi aumenti l’intensita’ degli sguardi e porti un discorso su doppi sensi a sfondo sessuale, magari aiutandoti con
qualche pattern, trasformi questo stile in un potentissimo James Bond Style. Hai visto l’ultimo film di Kubrick ‘eyes wide shut’ con l’ungherese che ci provava con la Kidmann? Ecco, quello e’ cio’ che io chiamo un James Bond.

Inoltre mi sono accorto che quando una mi piace veramente lascio perdere le tecniche complesse e gli stili costruiti, ma mi ritrovo ad adottare uno stile semplice ma comunque efficace.

* La guida di ASF/mASF.
E’ un’ enciclopedia della seduzione molto valida.
C’e’ un sacco di roba.

* I libri di DeAngelo e la sua newsletter.
L’eccezionale ed intramontabile cocky & funny style.

In Italiano:

* Il sito www.loverart.com

* English for dummies: edizioni Madevoproprio?

* Dale Carnegie: Come trattare gli altri e farseli amici.

* Funes: ovvero la traduzione di un libro di Ross.

* La versione *beta* di V267

ALLAN+BARBARA PEASE: Perchè mentiamo con gli occhi e ci vergognamo con i piedi.

non ho visto altro degno di nota, ma forse c’e’ dell’altro in italiano, non sono molto aggiornato.

4] Dove trovo questi libri?

R. Il Dale Carnegie e ALLAN+BARBARA PEASE: Perchè mentiamo con gli occhi e ci vergognamo con i piedi in libreria,
gli altri su google.

E adesso basta con le one-itis question, che mi disturbate la lettura dei post interessanti. ;-)

5] Ma io non sono innamorato. Il mio caso non e’ un one-itis.

R. one-itis, one-itis. fidati!

Forza, dai! Che se ci sono riuscito io ci riescono tutti.

Beh.. ripensandoci…
Proprio tutti tutti tutti spero proprio di no,
se no e’ come prima Occhiolino

ok. ora mi sono sfogato Sorridente

__________
Non cercar da me norme e precetti: basta che tu voglia,
e tu sarai facondo da te stesso.
Devi agire da amante …
-Ovidio, l’arte di amare-