subscribe: Posts | Comments

Teoria dei Cento Punti (TCP)

Teoria dei Cento Punti (TCP)

Quante volte ci siamo chiesti qual è la componente più forte e più importante nel pickup? Quante volte abbiamo pensato, discusso e ribadito se fosse più importante il look o le routine, i soldi o la personalità? Tutto questo senza giungere ad una conclusione omogenea: ognuno rimaneva sulle sue;)
Infatti, molti non sapevano da dove cominciare e dove puntare e, invece di avere uno sviluppo armonico e graduale, passavano da una teoria all’altra con risultati più o meno soddisfacenti…

Tutto ciò succedeva perché avevamo a disposizione i vari metodi, ma non la base. I guru insegnavano cosa facevano, ma non come e perché lo facevano, molto probabilmente perché nemmeno loro lo sapevano.
Noi siamo tutti diversi e lo stile dei “guru” non va bene per tutti. Sono profondamente convinto che ognuno di noi ha un potenziale da sviluppare. E’ chiaro che non siamo nati con la conoscenza acquisita e il potenziale che abbiamo va tirato fuori! In che modo? Spesso, purtroppo, invece di avanzare alla scoperta delle proprie capacità naturali le persone entrano in altri tunnel di convinzioni e condizionamenti… Qui nasce la dissonanza cognitiva che lascia nell’animo ancora più scompiglio. Alcuni si accaniscono su altre teorie, qualcuno rimane semplicemente deluso e lascia perdere…
Il punto è che finora si lavorava con gli effetti e non con le cause e quasi mai si parlava di uno stile personale, ma si crescevano tanti piccoli gurini.

La TCP è nata in Russia ancora negli anni ’90, superando di granlunga le idee di molti PUA di quel tempo. Fino ad ora è stata migliorata e sperimentata in molti continenti (compresa l’europa;))

Non si tratta di una pillola magica. Con la TCP si capisce che in realtà c’è da lavorare… Il vantaggio è che cominciamo a vedere esattamente in che direzione muoverci. E’ importante conoscere i propri punti di forza e sapere dove poter migliorare.

Per capire meglio il tutto ricordiamoci la semplicissima teoria delle piramidi sociali. Ricordiamoci sempre che la nostra società è composta da piramidi sociali. Il loro funzionamento è palese: in basso c’è posto per molti, in alto solo per pochi eletti. Le piramidi sono presenti dappertutto: governo, aziende, esercito, lavoro, chiesa, televisione, anche la famiglia è una piccola piramide sociale. Tutta la nostra vita è una piramide.

A questo punto, chi scelgono le donne in genere? Ovviamente colui che occupa la posizione più alta nella sua piramide. Spesso le donne più belle e richieste scelgono il meglio, ovvero colui che sta in cima alla propria piramide.
Ora, sapendo che le donne sono più propense di scegliere l’uomo che occupa il grado più alto, su quali criteri si basano per verificare questo, per poi dire “sì, lo voglio!” ?

Ah, non pensare però che tutte le donne siano come la rucola (infide e bastarde:))! Spesso il giudizio viene emesso in modo spontaneo e inconscio. E’ normale, è la nostra natura. Esistono criteri principali sui quali le donne si basano per giudicare un uomo e bisogna conoscerli per poter migliorare.

Eccoli:

1. Stato esteriore.
L’abbiamo sempre detto che lo stato del tuo corpicino è importante. Esprime quantomeno il rispetto nei confronti di te stesso. Come possiamo pretendere il rispetto delle donne senza rispettare noi stessi il nostro corpo? Vai in palestra, allenati, tieni il tuo corpo in tono. Ok, e quando non c’è tempo per andare in palestra? Lo so, succede (anche troppo spesso!:ROTFL:). Allora si possono fare alcuni esercizi a casa. Quantomeno le flessioni e addominali. Si può evitare di prendere l’ascensore. E puoi sempre evitare di abbuffarti come un maiale quando sei a tavola… Tra l’altro mangiare sano ti aiuta a mantenere in buono stato anche la pelle. Lo stato della nostra pelle ha un impatto visivo molto forte. Quando i problemi persistono vai dal medico! Fatti dire il perché e la possibile soluzione. Una pelle sana e liscia è certamente un segno in più della nostra buona salute. Idem per i denti, che intanto devono essere sani e curati. Quindi scegliti il miglior dentista della città. Quello che ha appuntamenti già fissati per 3-4 mesi in avanti;) Per alcuni interventi (sbiancamento ad es.) il miglior dentista ti farà anche il miglior prezzo. Ah, lo sbiancamento! Il sorriso hollywoodiano attira di più. E’ nel nostro dna. Perché non sfruttarlo? Ti darà anche più sicurezza e voglia di sorridere;)
Dopo la doccia usa il deodorante! L’omo avrà anche da puzzà, ma il PUA – NO! La puzza è un repellente davvero forte! Deodorante e profumo sono i nostri alleati. Il deodorante è meglio che sia neutro, così potrai usare il parfum senza mischiare. Usare più profumi insieme però, è permesso. Anche il profumo da donna è permesso;) Il PUA deve profumare! Ricevere complimenti per il buon profumo dev’essere per te naturale, da ogni donna!
Vestiti con stile, pulito. L’accuratezza è la chiave. Scopri la moda! Sperimenta! Nel vestire possiamo cambiare lo stile, anche per confrontare e migliorare. Ma qualora tu debba indossare vestiti/accessori veramente costosi – non te la devi tirare, vestire bene e di qualità deve essere per te naturale. Avere al polso un rolex dev’essere normale quanto lavare i denti al mattino;)

Ricorda: il vero feedback non è ciò che ti dicono gli amici, ma il tuo successo.)

2. Stato interiore.
E’ qualcosa che spesso NON analizziamo consciamente, ma si percepisce a livello inconscio.
Hai mai notato che quando sei allegro e ti senti un dio riesci ad essere molto più comunicativo di quando sei triste e pensieroso? Già, le donne lo sentono lontano un miglio… Ecco perché quando ci sentiamo bene – siamo più seducenti.
Lo sguardo, ad esempio, trasmette lo stato interiore (o, addirittura, il tipo di personalità). Anche quando non lo analizziamo in modo conscio, dallo sguardo possiamo riconoscere all’istante se trasmette stanchezza, brillantezza, timidezza, indifferenza, o persino energia seducente…
Pure la mimica esprime il nostro stato interiore. Possiamo quasi parlare senza pronunciare parole grazie ai muscoli del nostro viso. Osservate gli attori più grandi! E’ possibile dire cosa pensano in ogni istante – basterebbe osservare il viso… Non c’è da pensare e riflettere – è tutto così chiaro! E pure noi possiamo essere espressivi;) Usate esercizi specifici per allenare i muscoli del viso. Sorridete quando vi sentite bene e quando vedete qualcosa che vi piace. Imparate a sorridere appena, alzando di poco le estremità delle labbra, giusto di qualche millimetro. Allenatevi ad esprimere il vostro metamessaggio (metafora descrivente il nostro stato interiore) attraverso la mimica e lo sguardo.
Vari blocchi a livello fisico (deficienze funzionali) influenzano il nostro stato interiore, limitandoci inevitabilmente… Quindi si può fare visita dal chiropratico di fiducia per rimettere tutto a posto e sentirsi più liberi;) Inutile dire che pure altri problemi, come i tic nervosi, sono assolutamente da togliere… Il corpo e la mente sono i nostri migliori alleati in questa vita – devi averne cura!
Nella stessa maniera possiamo anche crescere e migliorare continuamente lo stato interiore… Lo strumento che ci serve in questo caso è proprio l’inner game.
A disposizione abbiamo tutto lo spettro di tecniche pnllistiche e motivazionali che ci aiutano a capire noi stessi, trovare l’equilibrio tra ciò che siamo e come ci percepiscono gli altri, definire i nostri obiettivi.
Avere un obiettivo verso cui muoversi è essenziale per l’inner game. Persone che hanno una missione vivono a pieno la propria vita, e coloro che non sanno dove andare (o perlomeno da dove andare via) rimangono anime vaganti. In altre parole, lo scopo di cui stiamo parlando viene chiamato anche “passione”. Qualcosa a cui possiamo dedicare con piacere le nostre risorse, di modo che non sia una spesa, ma un investimento.

3. Posizione sociale.
Su questo argomento sono state scritte molte opere di famosi psicologi/sociologi… Noi la faremo più semplice e, nel caso, potrai sempre leggerti gli scritti di personaggi come Freud, Maslow, Skinner, Alberoni, ecc…
Ricordi ancora la teoria delle piramidi sociali? Si dice che nella nostra società abbiamo sei piramidi di base nelle quali possiamo crescere salendo sempre più in alto, fino ad arrivare in cima. Sei piramidi alle quali le donne ci fanno particolarmente caso…

Eccole:

– Potere pubblico.
– Finanze (soldi).
– Superpoteri.
– Forza fisica.
– Personalità (carisma).
– Fama.

Partiamo dal potere pubblico. Nota che la parola “pubblico” non è usata a caso. Non interessa a nessuno se sei un cardinale grigio che detta le regole del gioco a Dio (o persino a Berlusconi:)), mimetizzato da barbone per non farsi riconoscere… Il fatto è che le donne, pur non avendo il fallo, amano la fallometria: invece di confrontare i cazzi propri, confrontano i cazzi dei loro uomini;) E alle donne risulta più piacevole raccontare alle amiche di una persona che può risolvere qualsiasi problema, che si vede spesso in tv e magari viaggia con la guardia del corpo… Solo che diventare senatore a vita non è proprio facile:) Per fortuna alle donne piacciono anche coloro che fanno semplicemente parte di tutto quel giro… Significa che ti basta avere qualche conoscenza e tra una storiella e l’altra raccontare che t’è successo qualcosa di molto interessante mentre eri a prendere un caffè con un tuo vecchio amico parlamentare o qualcosa di simile;) E poi, conoscenze del genere possono aiutarti davvero nella vita…
Soldi. Beh, hanno la loro importanza. Basti vedere i famosi matrimoni tra modelle, pornodive e miliardari di ottant’anni (quando va bene). E’ vero, le donne amano i soldi, è così. Tu, però, non devi dare alle donne tanti soldi per fartela dare. Per quello ci sono le puttane. Per farcela dare possiamo solamente far capire che di denaro ne abbiamo…
Ricordati che non sei obbligato a pagare per le donne, ma allo stesso tempo dobbiamo renderci conto che la comodità ha un costo. Quando io invito una ragazza a ristorante – pago io. Quando m’invita lei – quasi sempre paga lei. Ricordati semplicemente che non hai l’obbligo di pagare per le donne, paga solo quando lo vuoi tu e quando ti fa piacere (comodo) di farlo.
Pensa cosa succederebbe se invece di spendere tutti quei soldi per le donne, li spendessimo per noi… Per il nostro look, cibo sano, divertimenti, hobby, viaggi, ecc… Investimento simile ci farebbe guadagnare molti più punti su altri fronti. Troppe volte vedevo ragazzi che si fidanzavano e cominciavano a spendere molti più soldi per la fidanzata che per sé. Una volta ero così pure io, poi ho provato l’altra strada e ho capito che non c’è investimento migliore di quello in sé stessi.
Pure in questo caso si può sfruttare il mito ponendoci vicino a qualcuno che è già abbastanza in alto. Ad esempio alla domanda “che lavoro fai?” si può rispondere “la mia famiglia ha qualche ristorante in centro…”. Magari i genitori sono così tirchi da non darci nemmeno un soldo, ma questo è un altro discorso;)
Superpoteri. Tranquillo, nessuno ti dice di buttarsi giù dai grattacieli per imparare a volare come superman. Della categoria dei superpoteri fa parte tutto ciò che è insolito, esoterico, inspiegabile… In parole povere, se volessi fare cold reading, prima di cominciare ti basterà aggiungere che la bis nonna della zia del tuo nonno ha tramandato attraverso generazioni certe conoscenze che solo tu sei riuscito ad utilizzare… Essere un mago, chiromante, massaggiatore, porno-regista, ipno-terapeuta, ecc., significa avere dei superpoteri. E’ chiaro che non basterà solo parlarne, dovresti anche saperlo dimostrare. Insomma, che la forza della letteratura antica e moderna sia con te;)
Per raggiungere il massimo risultato il tutto va condito con il linguaggio generico e suggestioni a nostro favore… Milton Erickson insegna.
Forza fisica. Alle donne piacciono gli uomini forti, ma la forza fisica va mostrata soltanto laddove c’è. Hai mai visto quei ragazzini che avendo i braccini come fiammiferi si mettono magliette smanicate? E altri che si mettono magliette attillate avendo la panza? Ecco, tu non sei uno di loro, vero?:blink: Le varie coppe e trofei possono dimostrare il tuo valore, le foto anche;) Il classico esempio sono i giocatori di softair (si inserisce anche il discorso della divisa, che attrae;))
Ed ora arriva la parte più bella: la personalità. Trattasi delle tue qualità personali che ti distinguono da tanti altri tuoi coetanei e colleghi. Il carisma, il come parliamo in pubblico, se riusciamo a sopportare la pressione sociale, se riusciamo a mantenere l’attenzione del gruppo su di noi ed utilizzarla in base ai nostri obiettivi… E’ importante il tuo IQ, la tua flessibilità, le tue reazioni agli imprevisti… E, cosa più importante, conta molto il tuo successo con le donne. Più donne ha un uomo – più è attraente per le altre donne, le quali lo vedono sempre più come partner sessuale. Le ragazze non lo confessano mai, ma è così.
Fama. Con la nostra sesta piramide è tutto molto semplice: quanto sei famoso? In altre parole, quanto spesso ti riconoscono per strada? Più sei famoso e più donne attirerai… Anche in questo caso se non si è famosi è possibile sfruttare la fama di coloro che conosciamo. Storie, foto, ecc…

4. Come parliamo.
Quante volte facciamo caso a come parliamo con le donne? La nostra voce è un potentissimo strumento per migliorare rapporti con gli altri! Infatti, esistono tantissime scuole/training che insegnano ad usare meglio la nostra voce per via di tante esercitazioni… Fare faidate, in casa, ciò che ti danno i training è impossibile, però ho dei consigli che sicuramente miglioreranno il tuo linguaggio paraverbale;)

Parla lentamente.
Molti parlano troppo velocemente quando parlano con le donne… Corrono come se avessero il peperoncino nel culo! E invece non c’è da avere fretta… L’obiettivo non è quello di sommergere la donna con più informazioni possibili, ma di fare in modo che lei capisca ciò che vogliamo comunicare.
Devi parlare lentamente… Con le dovute pause, che creano delle sospensioni. Guarda come parla il Presidente della Repubblica a capodanno oppure come parla “il padrino” nell’omonimo film;) Non interrompere la ragazza per dire “sì, ho capito che vuoi dire, blablabla” anche quando pensi davvero d’aver capito. Non avere nemmeno fretta di rispondere alle domande…

Parla poco.
Di nuovo, alle ragazze non servono tante informazioni verbalizzate… Basta un minimo per interessarla. Tutto il resto annoia. Sai che il nostro verbale trasmette solo una piccola parte di noi e di ciò che vogliamo comunicare. Oltretutto ricordati: meno parli tu – più parla lei.) E le donne amano parlare assai!

Parla piano.
Te lo dirà qualsiasi buon comunicatore. Non devi urlare per farti sentire. Anzi, più parli piano e più le persone devono stare attente per sentire cosa stai dicendo. Un buon criterio di successo è quando le persone si avvicinano a te sempre di più mentre stai abbassando il tono della voce. Però non devi parlare troppo piano. Ovvero quando la gente t’interrompe di continuo chiedendoti “cosa? che? come?”, ecco, così non va bene. Quando la ragazza non ti sente bene (nei club) – parla all’orecchio. Avvicinati al suo orecchio, prendila per fianchi o la testa (avvicinando ancora di più il suo orecchio alla tua bocca) e continua a parlare piano.

Parla con la voce di petto.
Normalmente siamo abituati ad utilizzare soltanto uno dei nostri risuonatori – la gola. E’ normale, ma purtroppo non è il migliore. Imparando a parlare con la voce di petto riusciamo ad ottenere dei risultati davvero sorprendenti. Ha una forte risonanza, vibra con maggiore potenza, è più gradevole da ascoltare e comunica la sicurezza di sé. Esistono seminari e corsi che insegnano ad usare il vostro diaframma e a parlare con la voce di petto. Per la maggior parte si tratta di avere miglior controllo del proprio corpo e di avere il corpo stesso più rilassato. Il difficile non è tanto nell’imparare, ma nell’usare sempre quel tipo di voce. Yoga aiuta parecchio.

5. Cosa dire.
E’ ovvio che con le donne dobbiamo anche parlare di qualcosa (almeno ogni tanto:)). A questo punto moltissimi uomini sono soliti di fare un errore – parlare di qualcosa di diverso da ciò che in realtà serve. E’ vero, con le donne possiamo parlare di qualsiasi argomento, anche di calcio. Ma cazzo! Cosa centra il calcio con la seduzione? Bravo, nulla.
La regola è semplice: più parli di sesso – prima l’avrai! Attenzione però, non devi parlare di come scopa lei o di quanti uomini ha avuto. Sesso sì, ma in generale.
Tra l’altro nei vari libri molto intelligenti scrivono che parlando di un’emozione, prima o poi proveremo proprio quell’emozione. Che la forza delle metafore sia con te;)

Ricapitolando:

1. Stato esteriore
– forma fisica
– pelle
– denti
– odori
– accuratezza
– look
– stile

2. Stato interiore
– sguardo
– mimica
– blocchi fisici
– tic

3. Posizione sociale
– potere pubblico
– soldi
– forza fisica
– fama
– superpoteri
– essere leader
– carisma

4. Come dire

5. Cosa dire

Diremo che in ognuno dei cinque criteri possiamo raggiungere al massimo 30 punti. E’ facile calcolare che il nostro punteggio può arrivare a 150 punti (30 x 5). La teoria, però, porta il nome deicento punti perché è proprio arrivando a quella soglia che le donne cominciano a darcela facilmente:ROTFL:

Curando questi aspetti riusciamo a migliorare la qualità della nostra vita e, di conseguenza, salire in cima alle piramidi. Diventiamo il meglio, diventiamo automaticamente il premio. Attenzione però, automaticamente non significa in modo passivo. Cosa diciamo e come lo facciamo è importante quanto il resto. Inoltre, l’impegno che investiamo nello stato esteriore e nella posizione sociale accresce inevitabilmente la congruenza influenzando positivamente anche il resto!

Voglio che sia chiaro questo:
– noi siamo responsabili della nostra vita,
– tutto ciò che ci succede è solo per merito nostro,
– per essere veramente congruenti e coerenti bisogna prendersi tutta la responsabilità della nostra vita.